albo pretorio amministrazione trasparente logo-regolamenti-scuola

Cosa cambia per la valutazione nella scuola primaria? Scopriamolo insieme!

Prot. 0000260/U del 18/01/2021

 

Cosa cambia per la valutazione nella scuola primaria? Scopriamolo insieme!

 Cari genitori,

 condivido con voi una novità che riguarderà già da quest’anno la valutazione periodica e finale dei nostri alunni della  scuola primaria. Essa infatti, già dal primo quadrimestre, sarà espressa attraverso un giudizio descrittivo che  verrà riportato nel Documento di Valutazione e che sostituirà quindi il tradizionale voto numerico.

I docenti della scuola primaria, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali, compreso l’insegnamento trasversale di educazione civica, saranno chiamati infatti ad indicare un livello e a formulare un giudizio descrittivo, ciò nell’ottica di una valutazione formativa intesa come strumento nevralgico per il miglioramento e la valorizzazione del processo d’insegnamento-apprendimento.

I docenti, pertanto, valuteranno il livello di acquisizione degli obiettivi di apprendimento appositamente individuati quale oggetto di valutazione periodica e finale, ai quali saranno associati dei giudizi descrittivi.

I livelli che ritroverete nel Documento di Valutazione al posto dei voti, previsti dall’Ordinanza Ministeriale, sono quattro:

-                  LIVELLO AVANZATO

-                  LIVELLO INTERMEDIO

-                  LIVELLO BASE

-                  LIVELLO IN VIA DI PRIMA ACQUISIZIONE

OGGETTO: Premio previsto dall’art. 63 del DL 17 marzo 2020 n. 18 in favore del personale scolastico che ha lavorato in presenza nel mese di marzo 2020.

Prot. 0000224/U del 15/01/2021

13

Vista la nota MI AOODGRUF n. 484 del 9 gennaio 2021, si comunica che l’articolo 63 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18 ha previsto un premio dell’importo massimo di cento euro, da corrispondere ai titolari di redditi di lavoro dipendente (nei quali è ricompreso il personale scolastico) che nel mese di marzo u.s. abbiano prestato la propria attività lavorativa in presenza. In particolare, il comma 2 del citato articolo prevede che: “[…] Ai titolari di redditi di lavoro dipendente di cui all'articolo 49, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, che possiedono un reddito complessivo da lavoro dipendente dell'anno precedente di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese”. Tanto premesso, il personale scolastico interessato dovrà inviare alla segreteria scolastica entro il 20 gennaio p.v., una dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 dalla quale risulti il reddito relativo all’anno 2019 e il numero dei giorni lavorati in presenza nel mese di marzo. La dichiarazione dovrà essere inviata preferibilmente tramite mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. 

rientro a scuola – istruzioni operative per personale docente e alunni

Prot. 0000212/U del 14/01/2021

 

CIRCOLARE n. 122

 

 

Rientro a scuola – istruzioni operative per personale docente e alunni

 

 

A tutta la comunità educante

 

Per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, si condivide con tutta la comunità educante dell'Istituto Comprensivo Antonio Pagano, il seguente link  

https://wetransfer.com/downloads/5bd8e8f3fc0c158a60e286bd49e28b4020201121210754/a7215b495b1630c2df76032836a12a1d20201121210807/1ca62c

Il video clip in esso presente, ricco di forme e linguaggi, possa essere per tutti noi un ulteriore spunto di riflessione. Si tratta di un prodotto che il Coordinamento regionale delle Consulte studentesche ha elaborato in collaborazione con la Questura di Vibo Valentia.

Inizio pagina